Riccione, i concerti di Radio Dj: aprono Mahmood, Noemi e Carl Brave

Dieci serate con i big della musica e tutte le hit dell’estate; 19 giorni di attività sportiva, tra yoga, group cycling e pilates; un contest per ascoltare i nuovi talenti. Anche quest’anno sbarca Radio Deejay a Riccione, in provincia di Rimini, con il suo doppio cartellone dedicato a musica, Deejay on stage, e sport, Play Deejay. E come sottolinea la sindaco della Perla Verde, Renata Tosi, alla stampa presentando questo pomeriggio la kermesse, questo ritorno “ci fa dire che è veramente estate”. Più che di “una collaborazione”, aggiunge, si tratta di “una famiglia”. Si parte il 30 luglio e sul palco di piazzale Roma si alternerà un cast “meraviglioso e variegato”, capace di soddisfare tutti i target: prima serata con Mahmood, Noemi e Carl Brave. E a seguire I Sottotono, The Kolors, Madame, Baby K, Boomdabash, Gaia, Nek e l’attesissimo Sangiovanni il 14 agosto. “Come ogni anno ho una sensazione di deja vu”, per un evento “in continuità ma che si evolve”, spiega il direttore di Radio Deejay, Linus. Certo, “da due anni tutto è più complicato” causa pandemia, ma già l’anno scorso Riccione ha fatto “invidia” e continuerà a farla. Verranno rispettati, assicura, tutti i protocolli della Questura: 3.000 persone a sedere e ingressi contingentati, nella speranza che i protocolli allarghino poi le maglie. Per le radio, prosegue, non è un bel periodo, “c’e grossa crisi sugli sponsor che vanno coinvolti con largo anticipo”. Ciò nonostante il cast copre tutti i target, con i principali personaggi dell’estate 2021 fino al 21 agosto.

Mattatore delle serate sarà come sempre Rudy Zerbi, che ci tiene ad accendere i fari dell’attenzione sui giovani del talent, che causa covid fanno fatica ad esibirsi. Quest’anno è arrivato molto materiale, ma già l’anno scorso “sono stati applauditi tanto quanto i big”. D’altronde il pubblico di piazzale Roma è formato da famiglie con i figli, “anche questo unico”. Con Radio Deejay, conclude l’assessore al Turismo Stefano Caldari, “facciamo una comunicazione importante su un pubblico giovane e bello, con una piazza piena di giovani e famiglie”, conferma. Insomma “siamo il publiphono nazionale di Riccione”, chiosa Linus. Senza dimenticare il doppio appuntamento con l’attività sportiva con istruttori professionisti: la mattina dalle 6.30 alle 11 e il pomeriggio dalle 17.45 alle 20.30. E le dirette radiofoniche dall’Acquafan e non dallo studio allestito sul mare, per evitare assembramenti. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui