Riccione, “Gli avversari non fanno i tamponi? Rinunciamo alla semifinale di hockey, prima viene la salute”

I Corsari dell’hockey in linea non vanno a Trieste per disputare la semifinale dopo che gli avversari si sono rifiutati di fare il tampone. E così la squadra interrompe la sua scalata al titolo nazionale. «Sono amareggiato e dispiaciuto per i ragazzi e per le loro famiglie – commenta l’allenatore, Stefano Tomassini – soprattutto perché non hanno potuto completare la stagione come meritano. Purtroppo il problema è nel regolamento della Federazione che non prevede l’obbligatorietà dei tamponi nelle giovanili under 14. La squadra avversaria è in regola, poteva rifiutarsi di eseguire i tamponi e così ha fatto». I genitori hanno comunque preferito non correre rischi in questi tempi di pandemia e hanno deciso di non mandare i propri figli in trasferta.
«Ce la saremmo sicuramente giocata, noi siamo molto competitivi, sicuramente sarebbe stata una partita molto equilibrata».
Per quanto riguarda gli Under 12 invece, sempre della società dei Corsari di hockey su pattini è arrivato un 5° posto a livello nazionale, dopo una combattuta partita con Milano nel fine settimana scorso. Da giugno nel pattinodromo sul lungomare (vicino alla Fattoria del mare) ripartono i corsi gratuiti della società che fornirà anche tutta l’attrezzatura.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui