Riccione, gli albergatori: “Pochi eventi a Natale”

Alla soglia del Natale l’assenza di una programmazione definita mette in difficoltà albergatori e operatori delle strutture ricettive: la linea per basare la propria offerta non ha, ad oggi, nomi ed eventi, se non quelli già noti. Dopo la notizia del rinvio dell’inaugurazione del Villaggio di Natale, posticipata per previsto maltempo al 3 dicembre, la promozione diventa sempre più difficile. L’offerta si modifica: alcuni alberghi hanno deciso di aprire, ma tenere chiuse le cucine, altri si stanno organizzando con intrattenimento autonomo. Tutto, evidentemente, per via di un calendario che non è ancora definito. «Se vogliamo proporci come meta turistica per le festività natalizie e del Capodanno in maniera adeguata a livello nazionale, bisogna “mettere un po’ di peperoncino”, ossia fare qualche nome, proporre qualcosa di concreto su cui puntare. Effettivamente siamo un po’ in ritardo». Così afferma Luca Cevoli, direttore di Federalberghi. Gli fa eco Bruno Bernabei di Costa Hotels, reduce dal “Romagna tourism experience”, workshop dedicato a buyers e operatori del turismo tenutosi a Rimini questo week-end, che segnala come unici eventi su cui si sta riscontrando risposta l’ Mc hip hop contest e alcuni legati allo sport. «Si dovrebbe ragionare di concerto con consorzi e albergatori su una programmazione annuale – spiega Bernabei – grazie alla quale si può ragionare su una linea di promozione dedicata: noi stiamo promuovendo la meta Riccione 365, cercando di proporre soggiorni tematici per tutto l’anno».

Zero condivisione

Dal Comune ieri arriva la nota in cui si mettono in fila gli eventi del Natale, ma gli albergatori e gli operatori restano “a bocca asciutta” dato che l’unica novità degli eventi già annunciati, targati Festi Group, cui è stata affidata la direzione artistica, è una pista ecologica Glice e a zero consumi, realizzata in un materiale che non necessità né di acqua né di elettricità. Confermato, come annunciato l’8 novembre, il Bosco d’inverno e il Giardino sul mare, il Villaggio di Natale, le relative attrazioni e il trenino di “The show”, tutte attrazioni già comunicate. «Le scelte di comunicazione di vendita sono in funzione della programmazione che l’Amministrazione stabilisce – spiega Cevoli -, al momento con le prenotazioni siamo fermi, non abbiamo contenuti, solo date. Il cosiddetto “traino degli eventi” verso il Capodanno non c’è, o non ne siamo a conoscenza. Siamo consapevoli che sia l’assessorato a fare i contratti, ma noi vorremmo essere coinvolti per organizzare la proposta turistica» conclude. Gli operatori insomma attendono di poter integrare la comunicazione con contenuti più espliciti e gli albergatori, inoltre, di sapere in che modalità avverrà il ristoro della tassa di soggiorno annunciato a favore delle strutture che decideranno aprire per le festività.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui