Riccione, esteso fino al 20 settembre il divieto di vendita di alcolici da asporto

Il Comune di Riccione ha prolungato l’ordinanza del divieto di vendita di alcolici da asporto fino al 20 settembre. “Oggi abbiamo prolungato l’ordinanza del divieto di vendita di alcolici da asporto fino al 20 settembre – annuncia il sindaco Renata Tosi – si tratta di un’ordinanza già ben conosciuta e applicata dagli esercenti e che invita le persone a consumare al tavolo in maniera ordinata, evitando così gli assembramenti. La decisione di mettere una regola valida per tutta la città è stata dettata dall’esigenza di salvaguardare l’intrattenimento serale, quello “buono” e sereno che ci contraddistingue come meta turistica giovane e divertente. E’ stato uno strumento, i pochi che ha un’amministrazione in fatto di ordine pubblico, anche per prevenire le degenerazioni. E visto che la stagione promette ottimi numeri anche per settembre è parso giusto e doveroso posticipare la scadenza dell’ordinanza. In termini di sicurezza, l’estate 2021 ci ha visto davanti ad una sfida che pur con estrema difficoltà, abbiamo comunque accettato senza evitare responsabilità. Oggi inoltre secondo i dati forniti oggi dalla Questura di Rimini, nel weekend sono state identificate 600 persone, vi è stato un’intensificazione dei controlli nel distretto Sud della provincia. Si è insomma intervenuti in maniera decisa e con evidente risultato da parte delle Forze dell’Ordine. Oggi vorrei ringraziare a nome dei cittadini riccionesi tutta la polizia di Stato, in ogni sua divisione, i carabinieri di Riccione sempre presenti e vicini alla comunità, il Questore di Rimini e il colonnello dei carabinieri. Come sindaco ho avvertito tutta la responsabilità dei fatti accaduti e che hanno turbato la nostra estate, che resta molto positiva nei numeri e nelle presenze turistiche. A questo punto chiedo che possa essere confermato anche per i prossimi weekend di settembre un così proficuo impegno sul territorio da parte delle Forze dell’ordine in maniera da dare al territorio quella giusta continuità”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui