Riccione, è in corso il dragaggio dell’imboccatura del porto

Continuano i lavori di manutenzione e messa in sicurezza del porto canale di Riccione. Si lavora contemporaneamente sia per liberare l’imboccatura d’ingresso del porto ed aumentare il pescaggio per favorire l’entrata e l’uscita delle imbarcazioni e sia sul versante costiero per il ripascimento. E’ iniziato venerdì scorso il dragaggio dell’imboccatura del porto per consentire il passaggio delle imbarcazioni. Contestualmente è partito anche il pompaggio di sabbia per la zona a nord del porto di Riccione, essenziale per la salvaguardia della linea di costa. In arrivo questa settimana inoltre i mezzi cosiddetti mototopo che dragheranno l’asta fluviale nell’ultimo tratto che va dal ponte della Ferrovia fino a viale Castrocaro. In questo caso, svolti da imbarcazioni di piccole dimensioni, si stima  un escavo di circa 6.000 metri cubi.

“Il porto di Riccione ha sempre a disposizione, grazie all’accordo quadro in vigore per 3 anni, una draga pronta ad entrare in azione qualora ve ne sia necessità – ha detto l’assessore al Demanio, Andrea Dionigi Palazzi -. In questo modo ci siamo assicurati una percorribilità dell’imboccatura del porto e del canale costante. Oggi ho effettuato personalmente in sopralluogo per la verifica dei lavori iniziati venerdì scorso e nonostante le condizioni avverse dovute al forte vento e al mare grosso, gli operai erano comunque all’opera per la sistemazione della pompa del sabbiodotto che immette sabbia sul litorale a nord. Come Amministrazione siamo quindi costantemente presenti in zona porto in attesa della primavera quando partirà il maxi ripascimento finanziato dalla Regione per tutta la costa romagnola. Lavori di grossa entità che siamo riusciti ad ottenere subito prima della prossima stagione estiva a Riccione”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui