Entra nel vivo il “Riccione Ttv festival”, manifestazione biennale dedicata alle nuove frontiere del teatro e ai rapporti tra arti sceniche e video. Creato nel 1985 da Franco Quadri e oggi diretto da Simone Bruscia, il Ttv celebra la sua 25ª edizione con un programma che attraversa tutta la seconda parte dell’estate. In questo lungo weekend protagonista assoluta è la danza, con un calendario fitto di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito (per informazioni su programma e prenotazioni: www.riccioneteatro.it).

Si inizia oggi con Alessandro Sciarroni, Leone d’oro alla Biennale danza di Venezia 2019. Alle 18.30, sulla spiaggia libera di piazzale Roma, Sciarroni interpreta “Don’t be frightened of turning the page”, rituale danzante basato sulla reiterazione di una singola azione. La performance – un “voltare pagina” sul far della sera – ha già raccolto tantissime prenotazioni e i posti inizialmente previsti sono esauriti; visto l’ampio spazio disponibile, è comunque possibile accomodarsi sulla sabbia e assistere in sicurezza alla performance.

Sempre stasera, alle 21.30, il giardino di Villa Mussolini ospita un tributo a Pina Bausch, artista su cui da anni il Ttv propone focus e approfondimenti. Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, vincitori del Premio speciale per l’innovazione drammaturgica al Premio Riccione 2019, portano in scena lo spettacolo che li ha lanciati verso il successo internazionale, “Rewind. Omaggio a Café Müller di Pina Bausch” (al termine, dj set di Cobra). Dal 2008 a oggi, Deflorian e Tagliarini hanno macinato premi e conquistato i più prestigiosi palcoscenici internazionali segnalandosi per la capacità di affrescare il presente muovendo con maestria dal personale. «In oltre dieci anni di lavoro» ha scritto la giuria che ha assegnato loro il Premio Riccione speciale, «hanno ridisegnato l’essenza dell’essere interpreti in scena, realizzando una scrittura teatrale che sconfina oltre la pagina scritta».

Di questo metodo originale parlano sabato mattina alle 9 sulla spiaggia libera di piazzale Roma, in una lectio magistralis dal titolo “Tra il dire e lo scrivere”, introdotta e conclusa dalla critica Rossella Menna.

Alle 18.30 la stessa spiaggia accoglie una delle ospiti più attese, Julie Shanahan, dal 1988 icona del Tanztheater Wuppertal. In esclusiva per il Ttv la danzatrice australiana, tra le interpreti più amate da Bausch, esegue due assoli dedicati alla leggendaria coreografa. Il primo è un estratto di “Agua”, spettacolo firmato da Bausch nel 2001 dopo un soggiorno-residenza in Brasile. Il secondo viene montato appositamente per Riccione dalla stessa Shanahan, che si è direttamente ispirata al titolo di questa edizione del Ttv, “Come vi immaginate l’amore?”: una delle tantissime domande che Pina Bausch rivolgeva ai suoi danzatori per provocare le improvvisazioni da cui germogliavano i suoi capolavori.

Alle 21, a Villa Mussolini, è in calendario la presentazione di “Liebe Pina”, mostra che raccoglie un’ampia selezione di foto scattate alla coreografa tedesca dalla sua assistente personale Ninni Romeo.

Il weekend si conclude domenica ancora nel segno della danza. Alle 15 a Villa Mussolini, il poeta Davide Rondoni insieme a Isabella Leardini presenta il libro “Noi, Il ritmo. Taccuino di un poeta per la danza e una danzatrice”.

www.riccioneteatro.it

Argomenti:

Danza

ttv riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *