Alle tante donne, accomunate dal medesimo bisogno di sentirsi sicure, dà risposta la quinta edizione del corso di difesa personale promosso dalla commissione Pari opportunità del Comune, presieduta da Barbara Bassan, in collaborazione con l’assessorato di Andrea Dionigi Palazzi e il comando provinciale dell’Arma dei carabinieri. La presentazione di martedì scorso in Comune è stata seguita da 50 donne, che saranno tutte ammesse al corso che si terrà nella palestra della scuola media Fratelli Cervi. Erano presenti anche il comandante dei carabinieri di Riccione, Luca Colombari, il luogotenente, Claudio Cacace, e il maresciallo maggiore, Andrea De Cesaris, istruttore di difesa personale.
Soprusi e denunce
I dati statistici sullo stalking registrano una crescita del 16 per cento dei casi denunciati, che passano da 56 nel 2016 a 66 nell’anno in corso, con 13 arresti e 40 denunce in stato di libertà dei relativi autori. Un ulteriore passo in avanti nell’attività di tutela delle donne vittime di soprusi, oltre ai corsi di autodifesa, è l’avvio, presso la Tenenza Carabinieri di Cattolica, del progetto “Una stanza tutta per sé”, un’iniziativa a livello nazionale tra Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e il Soroptimist International d’Italia che prevede la realizzazione di un’aula per le audizioni riservata alle donne vittime di violenza. Un progetto che ha come finalità quella di offrire alle vittime di reato un ambiente appositamente dedicato in cui essere maggiormente a proprio agio.

Argomenti:

carabinieri

comune

corso

stalking

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *