RICCIONE. Portata via la cassaforte con dentro bracciali e collane d’oro, per un valore che si aggira attorno ai 40mila euro. Il colpo è stato messo a segno in un lussuoso albergo di Riccione, dove a essere stata derubata è stata una facoltosa turista in vacanza dalla Lombardia con il marito.

Inserita dentro l’armadio
L’amara scoperta è arrivata quando lei è salita nella sua stanza in hotel, subito dopo l’ora di pranzo, attorno alle 14.30: secondo le prime ricostruzioni, la vacanziera è andata alla cassaforte della stanza, che era inserita all’interno di un armadio, per riporre alcuni gioielli che indossava; in quel momento la donna si è accorta che non c’era più niente e ha chiamato il marito. I due hanno quindi allertato il personale dell’hotel e a quel punto non è rimasto altro che chiamare sul posto i militari dell’Arma che hanno fatto scattare le indagini.

Seguita per il “tesoretto”
A essere stata portata via è stata l’intera cassaforte contenente gli oggetti preziosi. Furto fatto con ogni probabilità da dei professionisti, visto che nessuno si è accorto del loro blitz, consumato in un momento in cui nella struttura alberghiera c’era tanta gente e portando all’esterno la cassaforte senza farsi scoprire. Non solo: non sarebbero emerse nemmeno delle effrazioni della porta di ingresso della stanza, da dove con ogni probabilità il ladro o i ladri sono entrati utilizzando un doppione della chiave. La donna, inoltre, deve essere stata notata in precedenza visto che i malviventi sono entrati in azione a “colpo sicuro”, sapendo che chi occupava quella stanza aveva con sé quel “tesoretto” fatto di bracciali, collane d’oro e orecchini preziosi. I carabinieri, una volta sul posto hanno acquisito le immagini delle telecamere del circuito interno dell’albergo, per riuscire a ricostruire nei dettagli l’accaduto e avere degli elementi in più sui responsabili del furto.

Argomenti:

cassaforte

furto

gioielli

hotel

lombardia

LUSSO

riccione

turista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *