Riccione avrà la sua Casa della Salute in Viale Pavia

Riccione avrà la sua Casa della Salute o Casa della Comunità HUB come tali strutture vengono sono definite dal PNRR governativo. L’amministrazione comunale metterà a disposizione l’immobile, in viale Pavia, e precisamente l’ex scuola di San Lorenzo. La Casa della Comunità avrà servizi attivi 12 ore al giorno, prevede l’assistenza anche al sabato e la domenica. Importante novità: il presidio sarà attivo anche di notte con la presenza di un medico che garantirà la continuità assistenziale. 

La Casa della Salute di Riccione o di Comunità (che in territori con una popolazione di riferimento uguale o superiore ai 40 mila abitanti avrà la definizione di HUB), è stata approvata lunedì 27 settembre dalla Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria (CTSS) dell’Ausl Romagna, organismo di governo dei Comuni che ha quale obiettivo principale quello di coordinare le politiche sociali, sanitarie e socio-sanitarie nel livello intermedio fra Regione e Distretto e che ha visto l’importante partnership con l’amministrazione comunale di Riccione, in futuro determinante anche per quanto riguarda l’organizzazione dei servizi che vi verranno alloggiati. La Casa di Continuità di Riccione servirà tutto il distretto Sud. Le Case della Comunità, così come previste dal Governo, sono strutture sanitarie, promotrici di un modello di intervento multidisciplinare, nonché luoghi privilegiati per la progettazione di interventi di carattere sociale e di integrazione sociosanitaria. La sede della Casa della Comunità deve essere visibile e facilmente accessibile per la comunità di riferimento perché è il luogo dove il cittadino può trovare una risposta adeguata alle diverse esigenze sanitarie o sociosanitarie. Quella di Riccione dunque sorgerà a poca distanza dal presidio Ospedaliero Ceccarini. In linea generale quindi le Case di prossimità ospiteranno principalmente i servizi sanitari di base, il Medico di Medicina Generale e il Pediatria di libera scelta che lavoreranno in équipe, in collaborazione con gli infermieri di famiglia, gli specialisti ambulatoriali e gli altri professionisti sanitari quali logopedisti, fisioterapisti, dietologi, tecnici della riabilitazione e altri. Sarà anche prevista la presenza degli assistenti sociali. La figura chiave – come specificato a livello nazionale – nella Casa della Comunità sarà l’infermiere di famiglia. Secondo il PNRR, la Casa della Comunità diventerà lo strumento attraverso cui coordinare tutti i servizi offerti sul territorio, in particolare ai malati cronici.

Sarà quindi un punto di riferimento h24, compresi i weekend. Il progetto prevede alcuni step di realizzazione a partire dalla presentazione del piano in Regione entro il 2021 e la piena realizzazione della struttura entro il 2026. 

“Abbiamo scelto, in accordo con l’Ausl Romagna, la struttura di viale Pavia a San Lorenzo per la centralità strategica della struttura – ha spiegato il sindaco di Riccione, Renata Tosi -, per la vicinanza all’Ospedale e per dare ad al quartiere un servizio di Comunità che avrà le caratteristiche dell’eccellenza in un abito fondamentale della vita dei cittadini: la salute. Siamo contenti e soddisfatti della nostra programmazione e della nostra visione del futuro. Prima ancora che la sanità diventasse un’emergenza per tutto il Paese e che il Covid facesse l’ingresso nelle nostre vite, la nostra amministrazione era consapevole della necessità di avere presidi all’avanguardia, HUB di raccordo e di servizi senza interruzione. Nell’ultimo consiglio Comunale del 2019, infatti l’assessore ai Lavori Pubblici Lea Ermeti aveva annunciato la riqualificazione della scuola di viale Pavia per una nuova destinazione sociale così come per l’ex Mattatoio. Poi è arrivato il Covid e successivamente il piano del presidente Draghi di finanziamento PNRR, ma l’importante è stato farci trovare preparati, con un immobile selezionato e messo a disposizione per realizzare per la nostra città quel balzo decisivo oltre gli ostacoli”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui