RICCIONE. Non è sfuggito al monitoraggio delle strade da parte degli agenti della polizia locale di Riccione, il cittadino moldavo che giovedì viaggiava a bordo di un’auto, con targa straniera. Gli agenti hanno fermato la vettura che transitava sul lungomare per procedere alla verifica dei documenti di identità dei due uomini a bordo e della documentazione relativa all’autovettura. Entrambi gli occupanti dell’auto hanno consegnato ai poliziotti locali documenti rilasciati dalle autorità rumene, ma da un controllo approfondito e di non semplice esecuzione, uno dei due passaporti è risultato contraffatto.

Le verifiche svolte con macchinari specifici presso l’ufficio della polizia di  frontiera, hanno permesso di acclarare la falsità del documento, determinando quindi l’arresto del cittadino moldavo, irregolarmente presente sul territorio nazionale. Ieri, a seguito di giudizio diretto in Tribunale a Rimini è stato condannato alla pena patteggiata di 10 mesi e 20 giorni, pena sospesa.

Accompagnato presso l’ufficio immigrazione della questura di Rimini, per il cittadino moldavo sono scattati i provvedimenti per l’allontanamento dal territorio italiano. Infine l’auto che guidava è stata sottoposta a sequestro perché priva di assicurazione.

Argomenti:

documenti falsi

polizia locale

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *