Riccione , allarme Covid: “Natale e Capodanno, eventi in bilico”

È un clima di attesa: quello che emergerà oggi dalla cabina di regia del Governo Draghi potrebbe modificare progetti e programmi, sia per turisti che per le amministrazioni. È tuttavia fiducioso e crede nell’appeal di Riccione l’assessore al turismo Stefano Caldari: «Attendiamo la certezza di cosa e di come si potrà fare. Noi vorremmo concedere a tutti, nel rispetto della sicurezza e delle direttive, l’opportunità di poter fare un brindisi in piazza, qualora dovessero presentarsi delle difficoltà per eventuali restrizioni, faremo un passo indietro». L’accompagnamento alla mezzanotte è una proposta che è già stata studiata da tempo, ma oggi è un giorno cruciale.

L’incognita del Decreto

Riduzione della durata del Green pass, obbligo mascherine anche all’aperto, tampone per i vaccinati: si discutono ulteriori restrizioni per contenere la diffusione del Covid e questo andrebbe inevitabilmente ad inficiare l’andamento dei programmi che Riccione ha organizzato per le festività natalizie: tra mercatini, pista di ghiaccio, i concerti del Natale, Riccione Christmas Star e il Capodanno diffuso con il brindisi in piazzale Ceccarini, in collaborazione con Chicco Giuliani, storico conduttore di Radio DeeJay. Nonostante il programma preveda la partecipazione in piedi con postazioni fisse segnate da bollini a terra regolamentate da varchi di ingresso e uscita e il possesso di green pass rinforzati e mascherina «stiamo aspettando quale sia la linea generale. Qualora ci venisse indicato di evitare ogni tipo di aggregazione, ne prenderemo atto e faremo un passo indietro, nonostante la nostra proposta sia studiata proprio nell’ottica della sicurezza».

La scelta della “bolla”

«Le strutture che stanno avendo più richieste sono quelle che offrono un pacchetto completo, con il cenone, una sorta di “bolla” sicuri della situazione più tranquilla – spiega Caldari – ma la nostra proposta è quella di dare l’opportunità di fare una passeggiata in centro e brindare al nuovo anno con sobrietà, senza forzare. Riccione cerca di offrire e proporsi nel rispetto delle norme di sicurezza».

È tuttavia positivo Caldari anche alla luce dei numeri in prospettiva, orgoglioso del lavoro che, nonostante le difficoltà, per via della pandemia, tutta l’amministrazione ha fatto, «vorremmo creare una situazione di condivisione e tranquillità, ma se dovremo limitare i nostri programmi, ci adegueremo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui