RICCIONE. Riccione si prepara alla movida del weekend schierando un numero di pattuglie di vigili tre volte più alto e disciplinando nuove regole per i locali con sanzioni fino a 3.000 euro e chiusura fino a 30 giorni per i trasgressori. Ma la sindaca Renata Tosi assicura sostegno e avvicinamento agli operatori, non punizioni. “E’ un nuovo periodo per tutti – spiega Tosi nel corso della conferenza stampa di presentazione della campagna di comunicazione anti Covid – ed è necessario essere a supporto nell’esercizio delle attività e nelle modifiche che le attività devono subire”. Affiancata dal comandante della Polizia municipale, Achille Zechini, la prima cittadina spiega che nel lungo weekend del 2 giugno la presenza di vigili sarà importante ma è da intendersi come “avvicinamento, non controllo”. Da oggi fino a martedì sul territorio di Riccione sono previste così 47 pattuglie divise nei diversi turni, sia giornalieri che notturni. “La presenza è triplicata rispetto alla normalità – chiarisce Zechini – sono numeri consistenti per dare una presenza autorevole, non autoritaria, vogliamo infatti dare supporto all’esterno dei locali, non essere punitivi nei confronti degli operatori”. Nel dettaglio, l’ordinanza firmata dalla sindaca, in vigore fino al 31 luglio prossimo, vieta assembramenti nelle immediate vicinanze degli esercizi pubblici e la vendita per l’asporto di bevande alcoliche dalle 19 di sera.

E’ possibile la consumazione solo all’interno dei locali, mentre all’esterno è permessa solo con servizio al tavolo. Quando non è possibile mantenere il distanziamento interpersonale di un metro è previsto l’obbligo della mascherina. Le trasgressioni sono punite con una sanzione amministrativa da 400 euro per il mancato uso della mascherina e da 400 a 3.000 euro per gli assembramenti sia per gli avventori che per gli esercenti trasgressori. In caso di trasgressione alle norme per il pubblico esercizio è prevista anche la chiusura da cinque a 30 giorni, come previsto dalla legge.

Argomenti:

alcol

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *