Riccione, al via un ciclo di lavori per oltre 4,5 milioni

Si è tenuto ieri sera il primo di tre incontri già programmati dall’Amministrazione comunale di Riccione circa due importanti opere pubbliche che riguarderanno la riqualificazione del quartiere di viale Finale Ligure, viale Bologna e viale Cortemaggiore e quella relativa a viale San Martino.

Tre incontri che l’amministrazione, il sindaco Renata Tosi e l’assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti, hanno voluto organizzare nel segno della massima condivisione della visione futura e strategica della città. Ieri sera quindi il primo incontro con una parte di residenti di viale Finale Ligure, domani sera sarà volta di San Martino e giovedì sera i residenti di viale Finale Ligure, viale Bologna e Cortemaggiore. “Abbiamo deciso di procedere ad una serie di incontri con i cittadini per poter loro illustrare al meglio i progetti avviati dall’amministrazione e che sono di imminente realizzazione -, ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti -. L’ascolto dei residenti da sempre ha contraddistinto il metodo con cui questa amministrazione ha proceduto negli anni. La condivisione, i desiderata e la vicinanza ai residenti non possono essere trascurati, anzi devono per quanto possibile essere presi in considerazione. Questa è stata la nostra politica negli anni e lo sarà sempre. Il nostro compito come amministratori della città è quello di armonizzare le varie istanze che arrivano dai residenti nel rispetto di tutte le sensibilità. Non è un compito semplice ma in questi anni di amministrazione abbiamo ricevuto molti apprezzamenti sul nostro metodo e sulla nostra capacità di non calare dall’alto ogni sorta di decisione. Ieri sera abbiamo illustrato il progetto di Finale Ligure che vedrà una profonda rigenerazione e che si intersecherà con viale Bologna e viale Cortemaggiore. Poi il nostro fiore all’occhiello dopo viale Tasso viale San Martino e infine giovedì parleremo delle opere pubbliche Finale Ligure, viale Bologna e Cortemaggiore. Per tutte queste opere l’avvio è imminente”. 

La riqualificazione del viale Finale Ligure, come da progetto esecutivo, consiste nel rifacimento dei marciapiedi e nella realizzazione di piste ciclabili, compreso un nuovo impianto di alberature, ottimizzazione dei punti luce dell’illuminazione pubblica e dei punti di raccolta delle acque bianche, nonché aree di parcheggio e segnaletica stradale orizzontale e verticale. L’intento è quello di realizzare una riqualificazione stradale relativamente alla fruizione pedonale, ciclabile e carrabile, quale tratto di collegamento tra la zona a mare (sottopasso di viale La Spezia e di viale Emilia), la scuola di Annika Brandi e con stralci funzionali successivi con viale Bologna e l’area a monte della via Castrocaro dove si trova il “Parco della Resistenza e il “Centro Sportivo”, perseguendo la continuità, l’uniformità e la fruibilità dei marciapiedi ed elevando il livello di sicurezza dell’intera area. L’area oggetto dell’intervento è quella lungo viale Finale Ligure, a monte della linea ferroviaria, compresa tra viale Emilia e viale Ventimiglia. L’opera da realizzare prevede prevalentemente la demolizione dei marciapiedi esistenti, il successivo rifacimento e in diversi casi anche l’ampliamento per agevolare la mobilità salvaguardando la sicurezza. L’investimento complessivo per i lavori è di 878.949,60. 

La riqualificazione di viale San Martino nel tratto compreso tra viale Trento Trieste e viale Torino è un investimento da 966.215,00 di euro. Il progetto prevede la sostituzione della pavimentazione attuale con nuovi materiali, aumentando la larghezza dei marciapiedi. Il viale godrà di aiuole predisposte per l’installazione di nuove sedute, pensate in relazione alle alberature esistenti e appoggiate unicamente sul profilo perimetrale. Tutto l’arredo del viale, sarà sostituito e ripensato in base alle nuove esigenze e ai nuovi materiali.

La riqualificazione stradale di viale Cortemaggiore un investimento di un milione e 500 mila euro e si interseca con il più ampio progetto di riqualificazione che va da viale Bologna a viale Finale Ligure. In particolare l’opera interessa viale Cortemaggiore (da Viale Romagna a Viale Lungorio) e Viale Lungorio, compresa P.zza 1° Maggio e consiste nel rifacimento dei marciapiedi, nella realizzazione di nuove piste ciclabili, un nuovo impianto di alberature, ottimizzazione dei punti luce dell’illuminazione pubblica, realizzazione di aree di parcheggio, segnaletica stradale orizzontale e verticale, rifacimento fognature bianche (su Viale Cortemaggiore e Lungorio) e su alcune strade trasversali, nonché la predisposizione degli scavi e gli ulteriori rinterri necessari per il rifacimento del collettore dell’acquedotto e di tutti gli allacci presenti

Il progetto definitivo ed esecutivo, in linea tecnica, del secondo stralcio funzionale, nello specifico relativamente ai lavori di riqualificazione stradale di viale Bologna (da Viale Emilia a Viale Romagna) vedrà un a investimento complessivi  di 1.713.592,99 euro e prevede oltre alla riqualificazione della sede stradale, anche la sistemazione delle alberature e degli arredi urbani. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui