Riccione, addio al nubilato stile Bridgerton per le nozze con l’ex calciatore

Guanti di pizzo, corsetti e quartetti d’archi. Ecco l’addio al nubilato in stile “Bridgerton”, la serie Netflix seguita da 82 milioni di spettatori nel mondo solo nei primi 28 giorni. Un’atmosfera da fiaba che ha avvolto «come il diamante della stagione» Stephanie Baker, futura sposa, fondatrice e anima dello Smanèt, lo spazio artistico che raduna artigiani del made in Italy oltre che reporter di Donnavventura.

«Un’idea delle mie testimoni di nozze, mia sorella Yvonne, stilista e con un brand artigianale che spedisce capi in tutto il mondo, e la mia migliore amica Eleonora Peruzzini ex Miss Romagna 2010 ed ora gioielliera». L’ispirazione arriva dalla celebre serie ambientata nella Londra dell’Ottocento, che ha spopolato «dipingendo un periodo ricco di glamour e amori, nonché intrighi e misteri». A raccontarli è la misteriosa Lady Whistledown che scrive cronache mondane svelando i retroscena più scandalosi dell’alta società». Una cabina di regia altrettanto curata ha chiamato a raccolta al mood “Bridgerton” (da bride, sposa in inglese) le più care amiche di Stephanie, comprese tre “Donnavventura” che l’hanno raggiunta da ogni dove. Tutte hanno rovistato nei vecchi bauli in cerca di trine e perle affidandosi anche all’estro di Yvonne. «Prima di rapirmi per catapultarmi alla Tenuta Santi Giacomo e Filippo, mia sorella mi ha fornito stringate direttive: “Metti in valigia un costume da bagno, un abito stile Bridgerton e uno da gala”». Così il verde delle colline urbinati è divenuta cornice per allestire un laboratorio di pittura tra i roseti. A seguire relax nella spa per tutte e una cena in abiti contemporanei circondate dai riflessi di lago e vigne. A stupire la festeggiata una tavola impreziosita da decorazioni e candelabri scintillanti («presi da casa o noleggiati») tra ortensie, peonie e “diamanti”. «Amo le feste in maschera e il mondo del circo sin da piccola» racconta.

Manca meno di un mese alle nozze da favola con Thomas Manfredini, ex calciatore di serie A, «ora driver e gentleman di trotto in gare dove inanella ottimi risultati sia in Italia che all’estero». Quattro anni e mezzo di fidanzamento per una coppia già proiettata verso nuovi orizzonti. «Thomas è candidato come consigliere comunale nella lista di Stefano Caldari sindaco per trasmettere i suoi valori e la sua esperienza alla città» conclude emozionata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui