Ricciardo: il Cesena gli chiede i gol per volare in serie C

CESENA. Il mese di aprile di Gianni Ricciardo comincia finalmente domenica, con 21 giorni di ritardo sulla tabella di marcia. L’ingenua e incomprensibile gomitata con cui GR9 ha abbattuto il truce Marchetti nel nefasto pomeriggio di Campobasso è datata 31 marzo e dal minuto 64 di quel giorno l’attaccante di Ficarra si è seduto (s)comodamente in tribuna, eliminato prima da un rosso ineccepibile e poi da tre giornate di squalifica altrettanto giuste e pressoché inevitabili. Al Nuovo Romagnoli di Campobasso, dopo le due clamorose chance divorate da Alessandro (rigore parato e colpo di testa alto da un metro) e dopo la follia di Ricciardo, erano improvvisamente precipitate le quotazioni del Cesena, con il Matelica risalito a -2 al termine di 90 minuti in carrozza al poligono del Morgagni.

L’articolo completo oggi sul Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui