Recupero partecipato per dare nuova vita alle bici abbandonate

A Bologna si recuperano i “ravaldoni”, le biciclette abbandonate in strada. Il Comune ha infatti pubblicato un avviso per raccogliere le proposte di collaborazione di associazioni o cooperative sociali per riusare tutte le bici che rimangono abbandonate nelle strade o nelle aree pubbliche. Si tratta di una opportunità che viene data anche per sviluppare le politiche di riuso e, quindi, per recuperare le parti ancora funzionanti dei mezzi che servono per ripararne dei nuovi. In questo modo, l’obiettivo dell’amministrazione comunale vuole avviare una nuova azione per sostenere la mobilità sostenibile, promuovere il riuso e moltiplicare tutte quelle attività a sostegno dell’ambiente. Le biciclette vengono recuperate da una ditta che è stata incaricata dal Comune e vengono messe per circa 10 giorni in un locale dedicato, così da valutarne cosa è possibile recuperare e cosa si può riusare. Il recupero dei mezzi prevede la riparazione, il riassemblaggio o il riutilizzo di parti e componenti meccaniche per realizzare o riparare altre biciclette da destinare alla circolazione, anche a favore di persone fragili o vulnerabili. Coloro i quali aderiranno all’avviso pubblico potranno così scegliere le bici utili al riuso tra quelle recuperate e depositate. Al momento, la procedura di recupero delle biciclette abbandonate, in quanto prive di alcune parti essenziali, distorte, arrugginite o in sosta da lungo tempo, e per le quali non è possibile avvisare i proprietari, prevede la pubblicazione di un avviso per 10 giorni. Se nei 10 giorni non accade nulla, la bicicletta viene rimossa e prima della demolizione viene custodita presso la ditta incaricata altri 10 giorni, di cui 5 giorni a disposizione del legittimo detentore e 5 giorni a disposizione dell’associazione o cooperativa sociale proprio per avviare una politica di riuso. Le proposte di collaborazione delle organizzazioni devono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica cittadinanzaattiva@comune.bologna.it, specificando nell’oggetto: “Proposta di collaborazione per recupero bici abbandonate”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui