“Visioni fantastiche”, il festival del cinema dedicato alla formazione, entra nel vivo oggi alle 16 con la masterclass “Stop motion. Il meraviglioso cinema dei mostri”, tenuta dal membro del Circolo Sogni Davide Vukich: un approfondimento sul “cinema del meraviglioso”, quello stupefacente racconto per immagini arricchito da effetti speciali artigianali che fanno sognare. La tecnica dello stop motion, o “passo uno”, è utilizzata nel cinema di animazione e per la creazione di effetti speciali. Il nome fa riferimento al numero di fotogrammi per secondo e caratterizza una tecnica più artigianale rispetto alla più diffusa, oggi, grafica computerizzata. Sono stati realizzati in stop motion capolavori come “Nightmare before Christmas”, “Indiana Jones e il tempio maledetto” (per la scena dell’inseguimento nelle miniere) o “L’impero colpisce ancora” della celeberrima trilogia di “Guerre stellari”. Dalle 14 alle 16, invece, il laboratorio di animazione dedicato a Bruno Bozzetto “Scopri l’animazione con Minivip”, per bambini dai sei agli otto anni: gli allievi, con l’aiuto di Axel Zani e Davide Bart Salvemini, coloreranno e ritaglieranno le pagine di un piccolo libro che se sfogliato velocemente, darà vita a Minivip, uno dei personaggi più buffi mai creati da Bruno Bozzetto.

Argomenti:

Bruno Bozzetto

ravenna

visioni fantastiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *