Ravenna, verso i saldi. Confesercenti: “Privilegiare i negozi di vicinato”

Verso l’inizio dei saldi, Confesercenti Ravenna spera in un impatto benefico per l’economia locale. “Sabato 2 luglio – si legge in una nota – in Emilia Romagna è fissata la data di partenza dei saldi estivi per una durata di mesi due. Per i nostri commercianti la ripartenza ha significato la ripartenza dei costi che sicuramente non sarà corrisposta dai fatturati. Sarà un’estate difficile, determinata dall’incertezza della pandemia non completamente debellata e dai risvolti negativi della guerra ancora in atto.

Questa condizione sta delineando una estate difficile dal punto di vista dei consumi delle famiglie anche se si sta dimostrando migliore in ambito turistico. Molti commercianti sono concentrati nel resistere ulteriormente in attesa di una normalità che tarda ad arrivare.

Il commercio al dettaglio non alimentare è il settore che maggiormente sente queste difficoltà e sta gridando aiuto con richieste di interventi strutturali, con agevolazioni che permettano di ridare quello slancio tanto sperato che però sta continuando a tardare portando sempre meno aperture e sempre più chiusure”.

Giancarlo Melandri

“Provvedimenti di natura fiscale e tributaria dovrebbero essere velocemente erogati e concessi. I nostri commercianti sono comunque pronti ad offrire a partire da sabato una qualità dell’offerta ricca di occasioni.

Momento molto atteso da parte dei consumatori per acquistare il capo di qualità ad un prezzo molto vantaggioso. La speranza è che, ci sia una sorta di corsa all’affare (anche se stiamo parlando di saldi di fine stagione quando invece trattasi di stagione appena iniziata).

Il momento dei saldi ha sempre determinato l’incremento dello shopping che ha portato ad una frequentazione delle piazze nei centri storici e nelle frazioni che culminavano con aperitivi e cene.

Bene che nei Comuni della Bassa Romagna si siano prorogate le agevolazioni delle occupazioni dei suoli pubblici e che si stia cercando di animare i centri e le piazze. Ci auguriamo che i cittadini ritrovino il piacere di fare acquisti nei negozi di vicinato che sono gli unici professionalmente pronti ad assicurare quella fiducia sia nel servizio che nel prodotto”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui