Ravenna, una via per Tonino Guerra

Ravenna avrà una via intitolata a Tonino Guerra. Al poeta, scrittore, sceneggiatore, drammaturgo e artista a tutto tondo, insignito della cittadinanza onoraria dall’Amministrazione comunale il 2 luglio 2003, sarà dedicata la strada che collega via dell’Almagià a viale Giovanni Spadolini, a fianco del giardino denominato “Il deserto rosso”, titolo del film ambientato a Ravenna, diretto da Michelangelo Antonioni e sceneggiato assieme a Tonino Guerra, che vinse il Leone d’oro come miglior film al Festival di Venezia nel 1964.

La cerimonia di intitolazione si svolgerà venerdì 23 dicembre alle 11 alla presenza del sindaco Michele de Pascale e della moglie di Tonino Guerra, Lora Kreindlina.

La targa toponomastica riporta anche una delle poesie più note, La Farfàla, che fa parte della sua prima raccolta “I Scarabocc” (Gli scarabocchi). Furono scritte nel periodo di detenzione, nel campo di lavoro di Troisdorf (Germania), nel 1944 e pubblicate nel 1946 con la prefazione di Carlo Bo.

La Farfàla

“Cuntént própri cuntént

a sò stè una masa ad vólti tla vóita

mó piò di tótt quant ch’i m’a liberè

in Germania

ch’a m sò mèss a guardè una farfàla

sénza la vòia ad magnèla.”

La farfalla

Contento, proprio contento

sono stato molte volte nella vita

ma più di tutte quando

mi hanno liberato in Germania

che mi sono messo a guardare una farfalla

senza la voglia di mangiarla.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui