Ravenna, una candela e un cuore per ricordare Elisa Bravi

Era la notte tra il 18 e il 19 dicembre di due anni fa quando Elisa Bravi venne uccisa dal marito in casa, mentre nella stanza accanto le loro figlie stavano dormendo.

Un femminicidio che sconvolse Ravenna e per il quale Riccardo Pondi è stato poi condannato a 24 anni di carcere in primo grado lo scorso luglio dopo il processodavanti la Corte d’Assise.

Ma le amiche e gli amici di Elisa, così come tanti ravennati colpiti da questa triste vicenda, non hanno dimenticato quella tragica notte. Molti di loro ieri hanno partecipato all’iniziativa lanciata dal gruppo facebook “Una panchina per Elisa” che chiedeva di accendere alle finestre delle luci per Elisa e di distribuire cuori di colore rosso con la scritta “Elisa è amore” a due anni da quel femminicidio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui