Ravenna, un progetto da 14.4 milioni per il porto finanziato al 50% dall’Europa

L’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico centro settentrionale di Ravenna coordinerà il progetto europeo “Access2napa” su accessibilità dei porti ed elettrificazione delle banchine. Progetto da oltre 14,4 milioni di euro presentato dalla stessa Autorità che il 15 luglio scorso, durante la riunione del Comitato Connecting Europe Facility è stato formalmente ammesso al finanziamento comunitario per il 50%. Si parte a fine 2021, per terminare le attività a fine 2024.
Favorendo l’accessibilità marittima e terrestre dei porti coinvolti e sulla progettazione di impianti per l’elettrificazione delle banchine, l’azione, spiegano da Via Antico Squero, contribuirà al raggiungimento degli obiettivi di crescita ed aumento della competitività di alcuni scali dell’Associazione dei Porti del Nord Adriatico, Napa. Dalla pubblicazione del bando lo scorso 15 dicembre, sottolinea l’Autorità ravennate, “tutti i partner hanno lavorato attivamente alla costruzione della proposta”, costituita da attività di progettazione complesse, per poterle assicurare il grado di qualità e maturità richiesto dal bando Cef. Il progetto permetterà ai porti coinvolti di “migliorare la propria accessibilità e le proprie performances ambientali, aumentando la competitività dell’intero sistema portuale dell’alto Adriatico”.
A Ravenna le attività di studio e progettazione saranno inerenti alla seconda fase del progetto Ravenna Port Hub, all’estensione del raccordo ferroviario in destra Candiano e all’impianto di elettrificazione delle banchine del terminal crociere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui