Ravenna, un giardino al posto del polo scolastico “bocciato”

Dal progetto bocciato da Arpae all’ampliamento dell’area verde finanziata da Snam in ottica di compensazione ambientale: quanto è cambiato nel giro di un paio d’anni il destino di via Leopardi e più in generale della zona di via Vicoli. Lo stop alla scuola dettato dall’Agenzia regionale per l’ambiente comporterà il sostanziale raddoppio dell’area verde dove inizialmente era stata pensata la costruzione di un polo scolastico. Progetto contestato dai residenti e successivamente archiviato in maniera definitiva dopo lo stop di Arpae. L’ampliamento dell’area verde presente, che da sola già si estende su 19mila metri quadri ed è stata realizzata una ventina d’anni fa, prevede un aumento di 12mila metri quadri. Anche con la nuova scuola ci sarebbe stato un ampliamento, ma si sarebbe fermato a 7mila metri quadri. Il progetto costerà 200mila euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui