Troppa gente in pista senza distanziamento: la discoteca Matilda di Marina di Ravenna chiusa per cinque giorni dai poliziotti della Divisione Amministrativa per violazione delle normative anti coronavirus.

Litorale ravennate

Sempre a Marina di Ravenna la polizia locale ha poi sanzionato il Singita per alcolici serviti a tre minori, due 16enni e un 17enne; contestazione che anche in questo caso potrebbe portare alla sospensione della licenza.

Ancora a Marina di Ravenna i carabinieri hanno denunciato per ubriachezza molesta un 25enne che, nella notte, troppo su di giri per l’alcol, ha prima fatto il bagno nella piscina di un’abitazione privata proseguendo poi la serata bussando e suonando ripetutamente il campanello delle case vicine, disturbando i residenti.

Litorale cervese

Mentre nel Cervese, oltre alle sanzioni elevate nei confronti di giovani sorpresi sui monopattini elettrici senza le dovute protezioni o in due, e oltre ai quattro giovani multati per violazione dell’ordinanza comunale che vieta fino al 15 ottobre il trasporto di alcolici in zaini e auto, sono stati rafforzati i controlli nella zona della discoteca Indie, al centro di una querelle che sabato ha visto una cinquantina di residenti restituire le tessere elettorali in Comune in segno di protesta per i disagi lamentati durante le notti di apertura del locale di Tagliata di Cervia. Su quest’ultimo fronte la questione è finita sul tavolo del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica; nel frattempo in occasione delle iniziative legate alla Pink week a partire dalla serata di sabato e fino all’alba di ieri è stato messo in campo un servizio mirato interforze che ha coinvolto la polizia, i carabinieri e la polizia locale che hanno vigilato la zona e l’afflusso verso e in uscita dal locale.

Argomenti:

chiuso

marina di ravenna

matilda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *