Ravenna, nuova area per il Museo Dantesco in una tesi di laurea

RAVENNA. Sarà una coincidenza, oppure no, ma nel 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri non poteva certo mancare una tesi che coinvolgesse il Sommo Poeta. Il ravennate Pietro Baruzzi il 31 marzo ha conseguito la laurea magistrale in Design all’Università di San Marino esponendo una tesi relativa a una nuova area per il Museo Dantesco di Ravenna (relatrice professoressa Alessandra Bosco e correlatrice professoressa Silvia Gasparotto). “Sui passi di Dante”, questo il titolo, è un progetto che ha riguardato l’ideazione di un’area espositiva in grado di raccontare la figura di Dante e la sua relazione con il territorio ravennate. Il percorso, collocato all’interno degli spazi del piano terra della biblioteca Oriani, è pensato per essere rinnovabile e implementatile. Grazie alla creazione di un hub cultuale e alla collaborazione con i cittadini ravennati, si potranno variare i contenuti delle installazioni, mantenendo il museo aggiornato e promuovendone la visita. Il percorso è stato progettato in collaborazione con diversi cittadini ravennati: la dottoressa Francesca Masi, che ha fornito materiali utili per lo sviluppo del progetto permettendo di approfondire lo studio del Museo Dantesco; il dottor Alessando Luparini, che ha dato la possibilità di utilizzare gli ambienti della biblioteca per testare i prototipi; le docenti Angela Malfitano, Lara Donatini e Monica Fabbri, che hanno contribuito nell’identificazione dei temi da trattare nelle sale del museo; gli studenti della città e tutti coloro che hanno contribuito nello sviluppo dei prototipi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui