Assalto fallito al portavalori, due arresti. In manette sono finiti un uomo e una donna, 58 anni lui, 39 lei, fermati venerdì mattina dagli uomini della Squadra mobile con le accuse di tentata rapina aggravata, porto abusivo di arma da sparo e ricettazione in concorso. La coppia è stata bloccata in via Panfilia, nei pressi della filiale della Unicredit, mentre cercava di avvicinarsi alle guardie giurate che erano appena arrivate per consegnare il denaro destinato a essere caricato nello sportello bancomat per il weekend. A orientare le indagini era stato poco prima il ritrovamento nelle vicinanze della banca di uno scooter rubato alcuni giorni fa. Il luogo in cui era stato parcheggiato e il fatto che vi fossero appoggiati due caschi sul manubrio ha indotto gli investigatori a tenere monitorata la zona con uomini in borghese. Il sospetto era che il mezzo potesse servire proprio per mettere a segno un furto o una rapina, sospetto che ha preso corpo quando alcuni degli agenti hanno notato aggirarsi in zona il 58enne, già in passato finito nei guai per reati contro il patrimonio. Quando, dopo circa un’ora, un furgone portavalori si è fermato vicino all’istituto di credito e il 58enne e la donna hanno iniziato a muoversi a passo veloce verso le guardie giurate, i poliziotti sono usciti allo scoperto cogliendoli di sorpresa; il 58enne è stato trovato in possesso di una pistola, un revolver Lincoln calibro 9, e di una bomboletta di spray urticante, mentre la 39enne aveva con sé le chiavi dello scooter che secondo gli inquirenti sarebbe servito per la fuga.

Argomenti:

assalto

portavalori

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *