Ravenna, tenta il furto da Zara. Scoperto, tira fuori la pistola

RAVENNA – Tentata rapina con pistola in pieno centro: è successo nel primo pomeriggio di mercoledì, giornata che già era stata segnata nel mattino dall’episodio del rappresentante derubato da due assalitori armati che si erano fatti consegnare un centinaio di orologi esplodendo un colpo in aria in Largo Giustiniano. Di circa 15mila euro, in quel caso, l’ammontare del bottino. A poche ore di distanza, nel negozio di abbigliamento Zara in via Cavour, si sono vissuti altri momenti di panico: tutto è cominciato intorno alle 14, quando gli addetti alla sicurezza hanno adocchiato un ragazzo – un trentenne di origini senegalesi – mentre si muoveva con fare circospetto all’interno dell’esercizio commerciale. Insospettita dal suo comportamento, la sicurezza ha seguito l’uomo con lo sguardo, notando che stava tentando di occultare la merce celandola nei propri vestiti, e ha così deciso di intimargli di avvicinarsi alle casse per eseguire le verifiche necessarie.

Vistosi con le spalle al muro, il trentenne ha però reagito in maniera inattesa, estraendo all’improvviso una pistola. Mentre all’interno del negozio scattava l’allarme e si scatenava il terrore, dall’esterno sono subito sopraggiunte le volanti della Polizia, che hanno fermato e arrestato l’uomo per poi condurlo in carcere, dove ha passato la notte. Ieri pomeriggio il trentenne è stato condotto per direttissima in Tribunale: qui il giudice Cristiano Coiro ha convalidato l’arresto e, come era stato richiesto dall’avvocato difensore Paolo Giorgi, ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di firma presso la Polizia giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui