Un altro studente contagiato alle scuole superiori, questa volta a Ragioneria. Rispetto al caso di Geometri, però, questa volta l’Ausl Romagna ha deciso di far scattare la quarantena per i compagni di classe, una ventina in tutto.

«Sintomi molto lievi»

Secondo quanto scrive nella sua nota l’azienda sanitaria romagnola, «dall’indagine epidemiologica eseguita dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl è emerso che il soggetto è stato presente in classe nella prima settimana di lezione e che ha presentato sintomi estremamente lievi che di per sé non sono necessariamente motivo di non frequenza o allontanamento dalla scuola».

Nessuna quarantena in classe

A fronte di questa situazione si è ritenuto, «pur essendo rispettato il distanziamento, che tutti gli alunni del gruppo-classe siano da considerare come contatti stretti del caso, e di conseguenza l’adozione di disposizioni di quarantena e sorveglianza attiva per 14 giorni. Gli alunni effettueranno inoltre tampone nasofaringeo. Misura questa prevista anche per gli insegnanti che però, diversamente dai ragazzi, avendo condiviso per un numero inferiore di ore lo stesso ambiente con maggiore distanziamento rispetto al caso, allo stato attuale potranno proseguire l’attività scolastica».

I 17 nuovi casi

Per il territorio provinciale di Ravenna ieri si sono registrati altri 17 casi: 11 asintomatici e 6 con sintomi, 13 si trovano ora in isolamento domiciliare e 4 sono stati invece ricoverati, 8 i maschi e 9 le femmine. Dei casi registrati ieri dall’Ausl dieci sono emersi come contatti di ammalati già noti, in ambito famigliare; 6 casi sporadici emersi a seguito di sintomi; 1 caso è invece legato a rientro dall’estero (Moldavia).

Ieri per fortuna non risultano comunicati decessi, ma ci sono invece anche buone notizie: si tratta infatti di 25 guarigioni complete e 4 guarigioni cliniche per le quali saranno effettuati tamponi di negativizzazione. I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel Ravennate, aggiornati alla mattinata di ieri, sono dunque 1.746. Di questi 735 a Ravenna, 297 Faenza, 139 Cervia e 121 Lugo.

Età media 36 anni

Per quanto riguarda i dati regionali, itamponi effettuati sono 5.024, per un totale di 1.090.435. A questi si aggiungono anche 2.329 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.618 (89 in più di quelli registrati ieri). Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.428 (87 in più rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva sono 23 (+4 rispetto a ieri), mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 167 (-2). Le persone complessivamente guarite hanno raggiunto quota 25.361 (+26 rispetto a ieri): sette “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione.

Argomenti:

coronavirus

ragioneria

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *