Ravenna, spaccio di droga a Savio: arrestato cuoco forlivese

Nel fine settimana appena trascorso, i militari della Tenenza di Cervia hanno arrestato un cittadino italiano, classe 1968, che deteneva presso uno stabile nella sua disponibilità, sito a Savio di Ravenna, un ingente quantitativo di droga, pari ad oltre un chilogrammo tra cocaina, marijuana e hashish, in parte già suddivisa in dosi pronte per essere immesse nel locale mercato di spaccio proprio in concomitanza del fine settimana.

I finanzieri della Tenenza di Cervia sono risaliti all’uomo mettendo insieme una serie di elementi informativi raccolti sul territorio che individuavano un pusher attivo sul litorale come un cuoco cinquantenne, originario della provincia di Forlì, ma da tempo stabilitosi a Savio di Ravenna.

Le risultanze investigative, condivise con la Procura della Repubblica di Ravenna hanno trovato conferma allorquando, nella giornata di venerdì, le Fiamme Gialle cervesi, avvalendosi della collaborazione delle unità cinofile del Gruppo della Guardia di Finanza di Ravenna, hanno perquisito due unità immobiliari nella disponibilità del soggetto poi arrestato, rinvenendo, proprio a seguito di segnalazione del cane antidroga Bakol, numerose dosi di stupefacente occultate nei più disparati punti della casa.

I pacchi della droga

Il resto dell’ingente quantitativo di droga è stato invece scoperto in uno stabile nella disponibilità del cuoco, ubicato a brevissima distanza dalla sua abitazione, all’interno del quale, nascosti in uno scatolone tra le provviste, sono stati rinvenuti, sigillati sotto vuoto, due grossi involucri dal peso di circa mezzo chilo cadauno, risultati contenere marijuana e hashish.

Al termine delle operazioni sono stati sequestrati circa 630 grammi di marijuana, 550 grammi di hashish, una decina di grammi di cocaina, un barattolo contenente olio di hashish e 9 piantine di marijuana mentre lo spacciatore è stato arrestato, e su disposizione del pubblico ministero di turno della locale Procura della Repubblica, associato presso la casa circondariale di Ravenna.

L’operazione appena conclusa testimonia il costante impegno nella prevenzione e repressione dei traffici illeciti, svolta dai militari della Guardia di Finanza a tutela della collettività.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui