Ravenna, sorteggiato l’ordine della scheda elettorale

Il silenzio prima della battaglia, come ai tempi degli antichi romani. Dopo aver presentato le liste e fatto tutti i controlli burocratici del caso (non pochi), gli undici candidati sindaci sostenuti dalle trenta sigle si preparano ad un mese di campagna elettorale. Nel primo weekend di ottobre, il voto. In agenda ieri c’era però un appuntamento molto sentito: il sorteggio dell’ordine di liste e candidati sindaci sulla scheda elettorale.

L’ordine sulla scheda

A “vincere” il posto più in alto è stato il movimento 3 V che candida come sindaco Emanuele Panizza, ex Cinque Stelle, consigliere comunale di Cambierà nell’ultima consiliatura che è all guida della lista che non vuole essere chiamata “no vax” ma che è molto scettica riguardo ai vaccini (tutti, non solo quello contro il Covid).

Segue il candidato sindaco di Fratelli d’Italia, Viva Ravenna e Lega (sulla scheda in quest’ordine) Filippo Donati. Donati, albergatore, è considerato lo sfidante principale – almeno stando ai numeri dei due partiti che lo sostengono – del sindaco Michele De Pascale, terzo in lista. La vasta coalizione che lo sostiene verrà segnata sulla scheda in quest’ordine: Pri, 5 Stelle, Ravenna in Campo, lista De Pascale, Pd, Ambiente e territorio, Ravenna Coraggiosa, Voci Protagoniste.

I Comunisti Italiani che candidano Alessandro Bongarzone fanno capolino come quarti e precedono Alvaro Ancisi, decano del consiglio comunale, sostenuto da – in ordine di apparazione sulla scheda – Lista del Mare, Rinascimento, Ravenna per i pensionati, Lista per Ravenna, Animali Amici e Popolo della Famiglia.

Sesto posto per Matteo Rossini, candidato sindaco che si è presentato all’ultimo con “Riconquistare l’Italia”. Alberto Ancarani, candidato sindaco per la prima volta dopo una lunga militanza in Forza Italia, trova il suo nome a questo punto dell’elenco. La lista civica Primavera precede il simbolo di FI.

L’elettore troverà un’altra ventata di falce e martello con il Partito Comunista e Lorenzo Ferri prima di imbattersi in Veronica Verlicchi, candidata da Forese In Comune, Noi per i lidi, Ravenna s’è desta, Italexit e La Pigna (questo è l’ordine di apparizione, l’ultima lista è quella a cui appartiene la candidata e per la quale è tuttora in consiglio comunale). Chiudono la carrellata Mauro Bertolino di Alleanza di Centro e Gianfranco Santini di Potere al Popolo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui