Ravenna, sorpresi a rubare: “Siamo stati costretti dagli spiriti”

RAVENNA. I carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno arrestato due giovani per furto aggravato in un negozio del centro commerciale ESP. Nel pomeriggio di oggi una pattuglia della Sezione Radiomobile è stata inviata presso il centro commerciale poiché sul posto gli incaricati alla vigilanza trattenevano due taccheggiatori. All’arrivo i militari hanno appurato che i due ragazzi di 19 e 20 anni di origine nigeriana, dopo aver danneggiato i sistemi antitaccheggio, si erano appropriati di capi d’abbigliamento oltrepassando le casse senza pagare. Sorpresi da un addetto alla sicurezza del centro, avevano cercato di minimizzare sostenendo di essere stati costretti a farlo spinti dalle “voci degli spirti”.

Stamani, dopo una notte nelle camere di sicurezza del Comando provinciale dei carabinieri, con la convalida del provvedimento e la richiesta di patteggiamento, il Gip del Tribunale di Ravenna ha imposto a entrambi sei mesi di reclusione, pena sospesa, e una multa di 200€uro a testa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui