Una pioggia di sanzioni in appena quattro giorni di controlli, che hanno riscontrato un’ampia gamma di infrazioni, dal codice della strada al decoro urbano. Segno che l’area dei giardini Speyer continua a essere un fronte caldo della città. L’area verde incastonata tra la stazione ferroviaria e via di Roma è stata pertanto soggetta a un controllo massiccio condotto dalla polizia locale, in particolare dagli uffici Antiabusivismo commerciale in collaborazione con l’ufficio Centro storico. I servizi sono iniziati martedì scorso e hanno portato alla contestazione di numerose infrazioni, alcune delle quali individuate grazie alle telecamere di sorveglianza puntate in zona. Gli agenti hanno avuto anche modo di identificare diversi “habitué” della zona, più volte segnalata in passato come meta per bivacchi o punto d’incontro per lo spaccio. Anche per questo è stata emessa dal sindaco un’ordinanza “anti-vetro” che si estende fino alla stazione ferroviaria. Complessivamente sono state identificate 27 persone (fra le quali cinque nigeriani, 13 italiani, due albanesi, due senegalesi, un romeno, due portoghesi e due tedeschi).
Multa salatissima per due persone sorprese a fare pipì all’aperto. A ciascuna, oltre alla denuncia per atti contrari alla pubblica decenza (reato depenalizzato, che fino a quattro anni fa prevedeva pena pecuniaria da 5mila a 10mila euro), è stata elevata la sanzione da 3.333 euro, con conseguente ordine di allontanamento.
Tre sono state invece le violazioni all’ordinanza anti-vetro, che proibisce cioè in tutta l’area di consumare bevande in recipienti come quelli forniti dai distributori automatici, e che è stata estesa fino al 31 ottobre per limitare il degrado urbano in tutta la zona.
Una buona fetta delle contestazioni riguarda invece il codice della strada. Disattenzione o furberia per prendere qualche scorciatoia, sono state poco meno di una decina le violazioni più particolari. Un’auto è stata bloccata in viale Pallavicini mentre stava circolando sul marciapiede. Altre quattro, invece, sono state intercettate circolare sullo stesso viale contromano, incuranti del senso vietato che può essere percorso solamente da bus, forze dell’ordine e mezzi di soccorso.
Non sono mancate nemmeno le multe riguardo i monopattini elettrici. Due persone sono state infatti sanzionate perché circolavano sullo stesso mezzo, omologato per una sola.
Sono infine 22 i mezzi controllati, nei confronti dei quali sono state comminate 30 sanzioni: 26 per divieto di sosta o fermata, due per violazione della segnaletica stradale, per mancato uso delle cinture di sicurezza.

Argomenti:

giardinispeyer

multa

polizialocale

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *