Ravenna si mobilita per l’Ucraina: le iniziative

RAVENNA. Alcune iniziative per la pace e contro la guerra in Ucraina. Sabato 26 dalle ore 14 l’arcivescovo di Ravenna monsignor Lorenzo Ghizzoni, celebrerà una messa a San Giovanni Battista con la comunità cattolica di rito bizantino, “in segnpo di solidarietà verso il popolo ucraino e come appello per la pace”. La comunità greco-cattolica di Ravenna conta una quarantina di fedeli ed è guidata da padre Viktor Dvykalyuk.

Un presidio per la Pace contro la guerra si terrà sabato 26 dalle ore 16,00 alle 18,30 in piazza Andrea Costa. Organizzano  le federazioni provinciali del  Prc  e del Pci che affermano: “L’ulteriore allargamento della Nato ai confini con la Russia è causa dell’escalation dei pericoli di guerra in Ucraina. Non occorre essere sostenitori di Putin per comprendere che la Russia non può accettare di trovarsi missili nucleari e basi Nato ai suoi confini. E’ evidente che l’unica via d’uscita dalla crisi è il riconoscimento degli accordi di Minsk e la neutralità dell’Ucraina“.

Un’altra manifestazione lunedì 28 febbraio organizzata dai sindacati Cgil, Cisl e Uil dalle 18 in piazza del Popolo dove si terrà un presidio per la pace a cui hanno aderito praticamente tutte le associazioni ravennati.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui