Ravenna, sequestrate 150 tonnellate di prodotti chimici

Maxi sequestro al porto di Ravenna da parte dell’Agenzia delle Dogane in collaborazione con l’Ausl Romagna. I funzionari hanno infatti posto i sigilli su 150.000 chilogrammi di triossido di cromo destinati a tre aziende del territorio nazionale. Il blitz rientra nell’ambito della convenzione stipulata tra Dogane e ministero della Salute per il rafforzamento dei controlli sulle sostanze chimiche soggette agli obblighi di registrazione, autorizzazione e restrizioni previsti dal regolamento comunitario Reach, e sulle sostanze e miscele soggette agli obblighi di classificazione, etichettatura e imballaggio previsti dal regolamento comunitario Clp. La stretta collaborazione tra le due amministrazioni ha consentito di rilevare irregolarità sull’etichettatura della merce e sulla scheda dati di sicurezza. Solo a seguito della verifica della conformità e completezza della documentazione successivamente presentata dagli importatori e della regolarizzazione dell’etichettatura della merce, avvenuta sotto vigilanza doganale, è stata consentita l’importazione per la successiva immissione sul mercato interno. Nel contempo, nei confronti degli importatori italiani verranno comminate le sanzioni amministrative di almeno 15.000 euro ciascuno.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui