Ravenna scrive al ministro: “Istituire un corso di mosaico”

 La città di Ravenna reclama un corso di mosaico riconosciuto dal ministero dell’Istruzione per poterlo insegnare al liceo artistico. La richiesta arriva dal sindaco Michele De Pascale insieme al preside dell’istituto Nervi-Severini, Gianluca Dradi, in una lettera indirizzata al ministro Giuseppe Valditara. Il sindaco ricorda la tradizione secolare di Ravenna sul mosaico, con scuole che “nel tempo hanno formato generazioni di artigiani, artisti e intellettuali”. Per garantire la “sopravvivenza di questo tipo di sapere”, continua De Pascale, la città “mette a disposizione una formazione secondaria di secondo grado attraverso il liceo artistico Nervi-Severini e di alta formazione artistica all’Accademia di Belle Arti”. Ad oggi, però, “non esiste più un indirizzo di studio del mosaico riconosciuto dal ministero dell’Istruzione, così come non esiste una classe di concorso specifica per docenti in mosaico” alle superiori.

Due soluzioni

Per questo, il sindaco e il preside del liceo propongono al ministero due soluzioni alternative. L’istituto artistico ravennate, spiega Dradi, è “l’unico in Italia, assieme a quello di Monreale, ad aver introdotto l’insegnamento del mosaico” all’interno della materia denominata ‘Discipline pittoriche’. Ma “potrebbe non riuscire a garantire in futuro il mantenimento di questa importante peculiarità”, afferma il dirigente, perché gli attuali docenti sono entrati in ruolo quando ancora esisteva la specifica classe di concorso sul mosaico. E quando andranno in pensione, non potranno essere sostituiti. 

 Al ministro arriva dunque la richiesta da Ravenna di istituire “un’apposita classe di concorso per l’insegnamento del mosaico, con relativa specifica graduatoria”.

In alternativa, spiegano de Pascale e Dradi, si può introdurre “un dispositivo per assicurare che, nel momento in cui all’istituzione scolastica debba essere assegnato un docente destinato alla sezione in cui si insegna mosaico, dalla classe di concorso di discipline pittoriche sia individuato chi è in grado di documentare il possesso di competenze nell’arte musiva”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui