Ravenna, raggira l’Inps per pensione d’oro Condannato sindacalista

Per quasi nove anni, dal 2007 al 2016, era riuscito a farsi corrispondere ben 6.000 euro mensili di pensione dall’Inps facendosi riconoscere illecitamente una quota integrativa non dovuta di circa 4.000 euro, aggiuntiva all’ordinario trattamento pensionistico, per aver ricoperto cariche sindacali. Per la frode all’ente previdenziale scoperta dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, l’uomo, un ex insegnante nato e residente a Ravenna, ha patteggiato la pena. “Con la sentenza definitiva il Tribunale di Ravenna ha ora condannato l’ex sindacalista ad un anno di reclusione per il reato di truffa continuata nei confronti dello Stato, disponendo, al contempo, la confisca per equivalente della somma di 210.800 euro, quale provento illecito indebitamente percepito negli anni di pensionamento – spiega una nota delle Fiamme gialle -. Le disponibilità finanziarie sono state rintracciate dai finanzieri su un conto titoli intestato al medesimo e sottoposte a confisca, recuperando in tal modo l’intera somma a suo tempo elargita, che ora è tornata nella disponibilità delle casse pubbliche”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui