Ravenna, “quel carabiniere ha rubato una bottiglia di gin”: l’incubo finisce con l’assoluzione

Il sindacato Nsc (nuovo sindacato carabinieri) festeggia la battaglia legale vinta da un carabiniere che era stato accusato di avere rubato una bottiglia di gin. Un lungo percorso iniziato nel 2017 e concluso con l’assoluzione ricevuta ieri dal giudice a Ravenna. “Il caso – si legge nella nota del sindacato – approdò alla Procura della Repubblica di Ravenna nel 2017 ed è costata allo sfortunato collega e nostro Dirigente un calvario di circa cinque anni. Qualcosa però non deve aver convinto il Giudice. Nel pomeriggio del 25 febbraio 2022, il Giudice del Tribunale di Ravenna, dott. Tommaso Paone ha emesso la propria sentenza assolvendo il collega, che oggi può dirsi libero da un’accusa infamante quanto odiosa e vergognosa.

Ci stringiamo intorno al collega Dirigente e alla sua famiglia – termina la nota – che speriamo possano dimenticare questa brutta esperienza e tornare alla serenità, dopo anni di pensieri e sofferenze (evitabili aggiungeremmo). NSC rivolge il proprio ringraziamento ai professionisti che hanno seguito e tutelato il collega, gli avvocati Emanuela Rijillo e Alessandro Docimo, il cui garbo e professionalità ne distinguono ancora una volta l’azione”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui