Ravenna, quando lo sport è cultura: ogni mercoledì la Compagnia dell’Albero in biblioteca

Da novembre 2021 ad aprile 2022 ogni mercoledì pomeriggio la biblioteca Holden ospiterà incontri, laboratori, confronti, letture, giochi, creazioni per le ragazze e i ragazzi frequentanti la polisportiva Compagnia dell’Albero. Obiettivo è quello di creare un “allenamento socioculturale” alternativo e aggiuntivo rispetto ai normali allenamenti sportivi per i giovani atleti, i quali si renderanno protagonisti, anche in fase di ideazione delle giornate.

La biblioteca formulerà alle ragazze e ai ragazzi delle proposte di promozione della lettura, che tengano conto da una parte dell’ecosistema comunicativo tecnologico digitale in cui sono immersi, dall’altra degli interessi personali per stimolare il piacere della condivisione dell’esperienza narrativa e della riflessione sul testo.

“Attraverso questa collaborazione – commenta l’assessore alla Cultura Fabio Sbaraglia – sperimentiamo una pratica di promozione alla lettura che punta a incoraggiare la fantasia dei ragazzi e delle ragazze attingendo ad una molteplicità di stimoli in stretta relazione a propri interessi personali. La nostra Biblioteca Holden è impegnata fin dalla sua apertura ad ampliare sempre di più le occasioni di coinvolgimento e di fruizione del nostro servizio bibliotecario che ora si arricchisce di questa importante collaborazione. Piace pensare che per i ragazzi e le ragazze che frequentano la Compagnia dell’Albero questa nuova opportunità condivisa con l’Istituzione Classense possa offrire l’occasione di nuovi e ulteriori stimoli in grado di ispirarli sia in ambito sportivo che nelle loro esperienze di lettura”.

L’iniziativa “Biblioteca sportiva” si inserisce tra quelle promosse dall’Istituzione al fine di favorire l’educazione alla lettura e rientra tra le attività previste dalla qualifica “Città che legge” 2020-21, riconosciuta al Comune di Ravenna per il secondo anno consecutivo, e anche dal progetto presentato per il contributo del Fondo Lettura 2021 “Moltiplicare lo sguardo: significati, parole, sconfinamento: la biblioteca come luogo di relazione”.

La collaborazione con la società sportiva incontra le esigenze dell’Istituzione Classense, da sempre interessata ad intessere relazioni con il territorio, e della sezione Holden nello specifico, che si pone l’obiettivo di far fruire del servizio bibliotecario quei ragazzi e quelle ragazze che non hanno ancora maturato la consapevolezza di quanto la biblioteca possa offrire loro in termini di capacità di ascolto, conoscenza e di relazione.

In questo contesto, l’officina creativa Holden si offre come luogo di relazione e di incontro per ragazzi e ragazze che intendono allargare le loro conoscenze e le loro capacità di relazionarsi con il mondo e con il territorio circostante, sviluppando pensiero critico e consapevole.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui