Covid Ravenna, prima settimana senza decessi, il sindaco esulta

RAVENNA. Nessun decesso per Covid a Ravenna negli ultimi sette giorni: è la prima volta che alla voce delle perdite settimanali appare lo ‘zero’ dall’inizio della seconda ondata della pandemia. A comunicarlo è il sindaco Michele de Pascale nell’appuntamento del mercoledì in streaming sui social “Covid-19: facciamo il punto con il mondo della sanità”, al termine della conversazione con Sara Zagonari, direttrice di Consultori familiari in provincia. Il primo cittadino passa in rassegna i dati sulla pandemia relativi alla settimana dal 14 al 20 giugno del bollettino che interessa tutte le province dell’Ausl Romagna. Sono 17.973 i tamponi molecolari e antigenici effettuati e 159 i nuovi casi positivi, lo 0,9%. “Il numero dei tamponi resta molto elevato- commenta De Pascale- dà conto dell’attività di tracciamento che va avanti, e abbiamo in tutta la Romagna 159 casi positivi, siamo allo 0,9%, ricordo che abbiamo viaggiato anche al 15% nelle settimane più negative dei mesi scorsi”. Dato che conferma “il trend di fortissimo calo nel numero dei contagi”, sottolinea il sindaco. Altro dato rilevante è il tasso di incidenza dei nuovi casi per 100.000 abitanti negli ultimi sette giorni: tutti i distretti Ausl Romagna si trovano sotto la soglia critica dei 250. L’incidenza in particolare per Ravenna è di 15 casi, 6 per Lugo e 12 a Faenza. “E’ il famoso dato che ci ha aiutato ad orientarci sui provvedimenti di contenimento- spiega De Pascale- oggi siamo molto lontani dal tasso di 250 casi su 100.000 abitanti, lo guardiamo a grande distanza”.

 “Livello verde” per il tasso di occupazione di posti letto da parte di pazienti affetti da covid: in totale sono ricoverati in tutta l’ausl Romagna 17 pazienti di cui uno in terapia intensiva per un tasso di occupazione in calo del 37% da più di due mesi. Il sindaco ricorda che a Ravenna i malati covid sono ricondotti all’Unità operativa Malattie infettive. “Si è tornati a curarli lì- precisa- anche i decessi sono contenuti in tutta l’Ausl e per la prima settimana nella nostra provincia siamo senza decessi, il mio auspicio è che questo dato si attesti sullo zero e non si muova più”. A rafforzare questa speranza è l’andamento della campagna vaccinale che “nell’ultimo mese ha avuto una impennata per la disponibilità di dosi significativa”, prosegue. In tutte le province romagnole “si va verso le 200.000 prime dosi somministrate e circa la metà per le seconde dosi”. A Ravenna le somministrazioni della prima dose 192.694, mentre della seconda dose 97.715. “Si va verso una copertura adeguata in estate- sottolinea- Ora l’obiettivo e la speranza è che il prossimo autunno la vaccinazione stoppi l’andamento sinusoidale dei contagi degli ultimi due anni”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui