Ravenna: positivo Don Zattini, fratello del sindaco di Forlì

Positivo al Coronavirus don Vittorio Zattini, guida spirituale delle parrocchie di San Pietro in Vincoli, Ducenta e Durazzano (nonché fratello del sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini). Il tampone per verificare la sua eventuale positività al coronavirus ha dato esito positivo sabato, e dopo alcune valutazioni mediche è stato deciso il suo trasferimento da Ravenna al “Morgagni Pierantoni” di Forlì, dove si trova ora ricoverato.

«Sono in ospedale per colpa del coronavirus», si affretta a puntualizzare rispondendo al telefono. La voce è rauca ma la disponibilità a parlare, nonostante i problemi respiratori che venerdì sera lo hanno portato a chiedere l’intervento dell’ambulanza, è quella di sempre.

«Tutto è iniziato con un blocco dello stomaco – spiega il parroco -, non riuscivo ad assumere né solidi né liquidi. Poi c’è stato un peggioramento, mi è venuta anche una lieve tosse».

Fatica nel respirare

La preoccupazione è salita nella serata di venerdì, quando è esplosa anche la febbre alta, alla quale si sono aggiunti i sintomi respiratori più gravi: «Mi sono reso conto che facevo fatica a respirare – continua il religioso -, non stavo bene. Mi sono consultato con il vescovo e con il vicario, che mi hanno subito consigliato di contattare il 118. Così ho fatto, e quando ho descritto i sintomi sono venuti a prendermi da casa».

Al momento del soccorso, prima del trasporto in ospedale, c’era anche un’altra persona che ha assistito il parroco e che una volta arrivato l’esito del tampone è stata messa in quarantena. La canonica è stata chiusa dagli operatori della Sanità pubblica per impedire ogni accesso e ridurre il rischio di ulteriori contagi.

Per il sindaco di Forlì , considerata la mancanza di contatti col fratello negli ultimi giorni, non è stata necessario predisporre la misura dell’autoisolamento.

(maggiori informazioni sul Corriere Romagna di domani, lunedì 30 marzo, in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui