Ravenna, Piazza Caduti verso la rinascita: si ripuliscono anche i portici

RAVENNA. Si avvicina l’inizio delle celebrazioni dantesche del 2021, e anche le zone limitrofe del centro storico dovranno apparire al meglio, libere da graffiti e degrado. È quindi partito un importante intervento, da parte del Provveditorato alle opere pubbliche, di pulizia complessiva della zona dei portici di piazza Caduti nella quale si trovano i suoi uffici.

«Questi lavori colgono anche una nostra sensibilizzazione alla necessità di un maggior decoro per una zona così importante della città – commenta il sindaco Michele De Pascale – e si sommano ad altri analoghi che come Comune abbiamo realizzato nei muri esterni del palazzo dove aveva sede il Catasto, all’angolo tra via Guidone via Guerrini, e che stiamo realizzando nella zona tra la scuola Novello e la Classense».
Una zona – quella che collega la zona dantesca alla biblioteca Classense – che deve lasciarsi alle spalle le situazioni di degrado degli ultimi anni e tornare a presentarsi al meglio dal punto di vista del decoro e della sicurezza.

Un primo progetto da 155.335,90 euro, denominato “Sicurezza integrata zona biblioteca Classense – scuola Guido Novello” ha previsto l’installazione di un nuovo impianto di videosorveglianza nella zona di via Baccarini con 18 punti di ripresa, la pulizia degli imbrattamenti murali e pavimentali e la realizzazione di attività di osservazione, prevenzione, allertamento delle forze dell’ordine qualora necessario, oltre a informazione ai turisti e ai passanti grazie al supporto dell’Associazione nazionale dei Carabinieri e di Radio Club Mistral. La Regione ha finanziato questi interventi con un contributo di 108.600 euro, in virtù di un accordo di programma sottoscritto con il Comune, che prevedeva la realizzazione di tutte le azioni entro la fine del 2019.

Sono invece in corso altri interventi, per un importo di 40mila euro, che riguardano la riqualificazione della zona in corrispondenza delle uscite di sicurezza dalla biblioteca Classense e dalla scuola media Guido Novello, che confluiscono in un unico percorso su via Baccarini, eliminando la presenza di barriere architettoniche.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui