Ravenna. Negli asili stop al green pass e i bambini giocano insieme

RAVENNA – Era stato uno dei casi politici dello scorso anno: si era in pieno clima elettorale e l’opposizione aveva polemizzato con il Comune perché i genitori senza green pass dovevano lasciare i figli all’ingresso, senza accompagnarli nelle sezioni. Ora il green pass non serve più e nelle scuole comunali (nidi d’infanzia e materne) le regole sono cambiate.

Tra le novità che interessano maggiormente i piccoli alunni, però, c’è la fine delle cosiddette “bolle” ovvero il principio per cui ogni sezione di asilo era costretta a fare attività senza mischiarsi alle altre. Il superamento di questa organizzazione avverrà “in un contesto di sicurezza di mantenimento delle misure di sicurezza”, come scrive il Comune in una nota inviata ai genitori. Nelle scuole è ancora obbligatorio indossare la mascherina (negli asili nido e nelle materne solo per le educatrici, nelle altre scuole anche per gli alunni). Viene inoltre mantenuto l’uso della misura delle temperatura dei bimbi all’ingresso che non dovrà superare i 37,5 gradi. Nella giornata educativa, scrive il Comune, “saranno privilegiate il più possibile le attività all’aperto, dove sono sperimentabili momenti di eventuale rottura delle bolle, di maggior contatto fra più sezioni, pur nel contesto di una gestione ordinata e programmata dei gruppi dei bambini per sezione e degli spazi disponibili”. Va anche ricordato che i bambini che sono negli asili hanno vissuto gran parte o l’intera loro vita scolastica e familiare vedendo gli adulti con mascherine e rapportandosi solo con i compagni di sezione. L’apertura graduale verso il prossimo, in altre parole, è una precauzione educativa oltre che didattica. Tornano inoltre le feste di fine anno, anche se ancora articolate per sezione, e le assemblee in presenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui