Ravenna, nasce un nuovo polo per l’infanzia a Lido Adriano

Un nuovo polo per l’infanzia sorgerà a Lido Adriano; sarà costituito da un asilo nido e da una scuola per l’infanzia, entrambi a due sezioni, e costruito, su una superficie di oltre mille metri quadri, in contiguità con la nuova scuola media Dante Alighieri di via Tono Zanzanaro, “a misura di bambino”, secondo i più moderni criteri di benessere e sostenibilità ambientale, nonché di risparmio energetico. Il valore dell’investimento è pari a tre milioni di euro. Il progetto esecutivo è stato approvato dalla giunta nel corso delle ultime sedute e ora si procederà alla gara per l’affidamento della realizzazione dei lavori.

“Si tratta di un progetto – spiega il sindaco Michele de Pascale – che fa parte di una strategia di ampio respiro di riqualificazione dei servizi della località, con una attenzione particolare all’infanzia e alla prima adolescenza della frazione più popolosa del comune di Ravenna. A Lido Adriano su 6.026 residenti, 896 sono in età scolare, fra gli 0 e i 14 anni, e rappresentano quasi il 5 per cento dei bambini e dei ragazzi appartenenti alla stessa fascia di età in tutto il territorio comunale, quasi il 10 se si esclude il capoluogo e si considerano solo le frazioni.

Vogliamo quindi accompagnare e incoraggiare lo sviluppo e il fermento manifestato dalla località, creando relazioni, luoghi di aggregazione e socialità e servizi funzionali alla migliore vivibilità di tutte le famiglie, in un paese dove vivono anche 1846 persone di origine straniera e sono rappresentate ben 60 etnie. Per me, anche se purtroppo per lo stato italiano non è ancora così, tutti i bambini appartenenti ad esse sono nostri concittadini e pensando a tutte le famiglie e a tutti i bambini di Lido Adriano, indipendentemente dalle loro origini, abbiamo progettato e realizzato questi servizi.

Lido Adriano non aveva la scuola media e i posti disponibili alla materna non bastavano a soddisfare tutte le domande di iscrizione. Inoltre il servizio pediatrico era assolutamente insufficiente. In cinque anni abbiamo fatto la nuova scuola media, inaugurato la nuova casa della salute con servizi pediatrici di eccellenza e ora completiamo il nostro impegno con un anno di anticipo rispetto ai tempi che ci eravamo dati, ampliando la scuola materna in maniera tale che possa accogliere tutti i bambini e realizzando anche un asilo nido. Per un sindaco avere l’onore di vivere momenti come questi vale tutto l’impegno e la dedizione che l’amministrazione di una comunità richiedono”.

La nuova struttura, che si svilupperà su un piano, verrà costruita in continuità con l’edificio della scuola media già realizzato, ma con ingressi separati e indipendenti; insieme i due edifici occuperanno una superficie complessiva di 12.000 metri quadri.

Nelle immediate vicinanze del nuovo polo scolastico si trova un parco pubblico in via di completamento così come stanno per concludersi i lavori di riqualificazione di viale Virgilio.

Il nido d’infanzia sarà formato da una sezione lattanti con servizi igienici e sala sonno, una sezione semidivezzi e divezzi con servizi igienici e sala sonno, un salone per le attività comuni, un ufficio per gli insegnanti con i relativi servizi, servizi per il personale Ata e un deposito. Per la scuola dell’infanzia sono previste due sezioni con relativi servizi igienici, un salone per le attività comuni, un atelier, un ufficio per gli insegnanti con relativi servizi, i servizi per il personale Ata e un deposito. I servizi comuni riguarderanno la cucina con la relativa dispensa, i servizi per il personale della cucina; la lavanderia e i locali tecnici.

Le aule saranno costruite ad est per una maggiore esposizione al sole. Ogni aula avrà un accesso diretto all’esterno attraverso una zona protetta che farà da filtro e creerà una relazione diretta tra l’aula e il giardino, favorendo le attività all’aperto. È prevista la possibilità di ulteriore ampliamento del nuovo edificio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui