Conselice, morta Guerrina Tonini: era la partigiana più longeva

Prima di spegnersi ha voluto spegnerle lei quelle candeline sopra la torta con cui il 15 marzo scorso ha festeggiato 107 anni. E così nella giornata di sabato è scomparsa Guerrina Tonini, la staffetta partigiana più vecchia di Romagna. Se n’è andata tra i suoi cari a Conselice, città dove è nata e vissuta, nella casa di uno dei due figli nella quale viveva. Il funerale verrà celebrato in mattinata in forma privata, dalla camera mortuaria di Conselice diretti al cimitero locale. In tanti si sono recati a darle l’ultimo saluto, almeno quanti sono stati i messaggi di cordoglio che si sono susseguiti in queste giornate, in primis quelli dell’Anpi, l’associazione nazionale dei partigiani italiani alla quale si era tesserata come ogni anno.

L’attestato di militanza nei partigiani

«Una triste notizia per tutto il paese, ma soprattutto per la nostra Anpi – ha scritto la presidente della sezione di Conselice, Paola Roccati -. Un pezzo di storia che se ne va, sicuramente una delle partigiane più longeve. Abbiamo portato la nostra bandiera in segno di rispetto e ringraziamento».

Certo è che Guerrina, un nome simpatico, quasi un ossimoro per chi durante la Grande guerra ha visto la vita per poi vedere in faccia la morte durante il secondo conflitto mondiale, ha davvero fatto tanto per il suo paese e la sua comunità.

Guerrina Tonini

«Esprimiamo profondo cordoglio per la sua scomparsa – ha dichiarato il presidente provinciale dell’Anpi, Renzo Savini -. Anche lei, come molti altri, in quella particolare zona ha dovuto impegnarsi molto di più: in quegli anni si agiva per coprire i partigiani che svolgevano le attività di stampa clandestina, per la quale proprio a Conselice esistono un monumento e ricorrenti celebrazioni. A lei va il nostro grazie, il nostro affetto e il nostro ricordo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui