Ravenna, mette veleno nel caffè della ex moglie. Sottoposto a fermo per tentato omicidio e violenza sessuale

Avrebbe tentato di avvelenare l’ex moglie somministrandole nel caffè farmaci anticoagulanti che alla lunga e in forma sovradosata l’avrebbero portata alla morte per emorragia l’uomo sottoposto a fermo alle prime luci dell’alba dai carabinieri del Comando provinciale di Ravenna con le accuse di tentato omicidio, violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia nei confronti della donna. I dettagli dell’operazione sono stati illustrati in Procura dal procuratore capo Daniele Barberini e dal sostituto procuratore Cristina D’Aniello. I militari del Nucleo investigativo hanno eseguito la misura in seguito agli accertamenti investigativi partiti dopo che la donna, alcuni giorni fa, si era recata in una stazione dell’Arma dell’entroterra faentino denunciando le violenze fisiche e verbali patite. E’ stato in quel frangente che la signora ha riferito anche dei sospetti di avvelenamento. Ora l’uomo si trova in carcere a Ravenna in attesa dell’udienza di convalida.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui