Ravenna, lite sul web: scrittore querela collega ed ex assessore

Denunciata la giornalista e scrittrice cervese Ileana Montini, insieme all’ex assessore regionale Guido Pasi. Entrambi sono accusati di diffamazione, per il contenuto delle loro affermazioni postate nel gennaio scorso, a seguito del post dello scrittore e giornalista ravennate Paolo Gambi. Quest’ultimo affermava che «agli uomini piacciono le donne belle e devono essere liberi di desiderarne una che stia un passo dietro a loro, tanto quanto le femministe possono desiderare il contrario ed esprimerlo in ogni sede senza che nessuno gridi allo scandalo».

«La propaganda femminista di odio nei confronti dei maschi e delle femmine tradizionali – aggiungeva -, è diventata insopportabile in questa sua imposizione del pensiero politicamente corretto. E’ risultato che gli uomini non possono più neppure parlare né vagamente proporre il proprio punto di vista maschile senza essere aggrediti e brutalizzati con una violenza da purga staliniana». Lo scrittore premio Guidarello difendeva (siamo nel 2020) sui social Amadeus, reo di avere pronunciato frasi sessiste per presentare le donne che lo avrebbero affiancato durante la presentazione del festival di San Remo. La Montini, storica femminista, denunciava a sua volta una «diffusa mentalità italiana, costruita sul permanere di stereotipi ancora alimentati dalla educazione familiare e dalla scuola. Le affermazioni del giovane scrittore spiegano l’ideale della relazione di potere fra uomo e donna». Mentre per Pasi lo scrivente era «allevato sotto le sottane della curia».

Come detto tutto finirà in tribunale, dove il giudice stabilirà se i post dei querelati sono offensivi, oppure semplicemente critici nei confronti del loro interlocutore. Ma nel frattempo su Facebook i sostenitori della Montini si chiamano a raccolta, per partecipare in massa alla udienza. Interpellato nel pomeriggio di ieri, il giornalista Paolo Gambi ha preferito non commentare la sua scelta. «La vicenda l’ho già commentata lo scorso anno, ora è tutto in mano agli avvocati e non ho nulla da aggiungere in particolare sul tema».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui