Ravenna, licenziato tre volte. Titolare rischia falsa testimonianza

Ravenna, licenziato tre volte. Titolare rischia falsa testimonianza

RAVENNA. «Tanto sgradito da essere licenziato» per tre volte in quattro mesi. Così ha fatto ricorso al tribunale del Lavoro, che non solo ha dichiarato illegittimi tutti i provvedimenti presi dall’azienda e disposto l’immediato reintegro con risarcimento, ma ha anche trasmesso gli atti alla Procura nei confronti del titolare, ravvisando il reato di falsa testimonianza. Una sentenza schiacciante quella vergata dal giudice Dario Bernardi nei confronti della Cfs Europe, azienda specializzata nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti chimici, con sede nel polo industriale a nord della città. Il dispositivo è arrivato nei giorni scorsi a circa un anno dall’inizio del contenzioso con il lavoratore, dipendente da 17 anni dell’azienda tutelato dall’avvocato Federica Moschini. Un lavoratore storico, insomma, tanto che la voce del suo licenziamento “per avere rubato” all’interno della ditta si era diffusa a macchia d’olio in tutto il comparto chimico.

I dettagli nel Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *