Ravenna, liberi i due clandestini: 8 giorni per lasciare l’Italia

Otto giorni, questo è il tempo che è stato concesso ai due stranieri, arrivati a Ravenna giovedì pomeriggio nascosti dentro un treno merci, per lasciare il territorio dello Stato. Dopo tre giorni di viaggio al buio, tra la puzza dell’argilla trasportata dentro quei vagoni e racchiusi dentro il caldo di una gabbia di lamiera il 19enne di nazionalità irachena, e il 40enne di origine marocchina, saranno espulsi e dovranno tornare di fatto al punto di partenza, ossia i loro territori di origine.
Già da giovedì sera, al termine delle formalità di rito, i due sono stati messi in libertà, con in mano quel decreto di espulsione che gli impedisce di rimanere in Italia per più di una settimana.
I particolari sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui