Ravenna, l’ex funzionario delle Entrate condannato a 6 anni

RAVENNA. Sei anni di carcere per due casi di concussione e uno di tentata induzione indebita. Questa la condanna che arriva in serata per Nicola Ricciardi, l’ex funzionario 44enne dell’Agenzia delle Entrate di Ravenna, arrestato il 20 aprile 2012 con addosso 15mila euro appena ricevuti dalla titolare del negozio di abbigliamento Julian Fashion di Milano Marittima. È bastata quella singola denuncia effettuata dall’imprenditrice per far scattare una indagine che, in poco tempo, ha portato alla luce uno spaccato sociale sicuramente al limite della “Milano Marittima bene”.
Per il pubblico ministero Lucrezia Ciriello – che al termine della sua requisitoria aveva chiesto una condanna a nove anni di reclusione – il 44enne originario di Gioia Del Colle sfruttò il proprio ruolo per richiedere denaro agli esercenti che avevano ricevuto sanzioni fiscali da capogiro, con «minacce esplicite e modus operandi analoghi». Una tesi evidentemente sposata anche dal collegio giudicante, presieduto dal giudice Cecilia Calandra, che dopo un paio d’ore di camera di consiglio è uscito con una sentenza di condanna. Il collegio ha inoltre ritrasmesso gli atti alla Procura e all’ordine degli avvocati per via di un testimone (un legale ravennate) che era venuto a conoscenza degli atti del processo, prima che questo fosse chiamato a deporre.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui