Ravenna, lavoratori della Tozzi Sud e Tozzi srl allo stremo

Lo sblocco degli ammortizzatori sociali annunciato a fine anno sembrava aver riportato spiragli di sereno per i dipendenti della Tozzi Sud e della Tozzi srl. Il passare dei mesi ha invece restituito uno scenario diverso come illustrato ieri nel corso della riunione dei lavoratori; in assemblea insieme a Fim, Fiom e Uilm, i dipendenti hanno espresso il loro disagio per la situazione che coinvolge le due aziende, giudicata «intollerabile» dai sindacati che hanno voluto far emergere il caso. «Già consapevoli che il lavoro è perso per sempre, ad oggi tutti gli strumenti messi in campo dalla fine di dicembre per provare a risolvere i loro problemi si sono rilevati inefficaci – spiega Marco Riciputi della Uilm –. Gli interventi di politiche attive non hanno finora permesso il ricollocamento di nessuno. Non solo, ma non si registrano nemmeno possibilità di colloqui di lavoro. La cassa integrazione straordinaria, siglata con il sindacato a fine dicembre, ancora non ha partorito un solo pagamento che sia finito nelle tasche dei lavoratori. Siamo ormai a fine maggio e i dipendenti sono letteralmente allo stremo psicologico e nel dissesto finanziario».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui