Ravenna, la Flm: “Deterioramento della Baiona, paghino le multinazionali, non il Comune”

La sicurezza sul lavoro e il deterioramento della Baiona è al centro di una nota emessa da FlmUniti Cub Romagna. “Nei giorni scorsi su un quotidiano locale la RSU Fim Cisl, Marcegaglia Ravenna riportava il grave problema delle buche e del deterioramento della Baiona conseguenti al traffico in uscita ed entrata dalla Marcegaglia e da altre aziende locali, non considerando che potrebbe essere causa di conseguenze terribili come incidenti. Come FLMUniti e lavoratori dipendenti della Marcegaglia, pensiamo che questi problemi vi siano già da anni, secondo il nostro parere non è corretto che il Comune con il denaro pubblico prelevati dalle tasse dei cittadini, debba riparare i danni delle grandi multinazionali come la Marcegaglia che lo stabilimento di Via Baiona (il più importante del gruppo, sia a livello logistico che a livello produttivo), considerato l’afflusso di mezzi pesanti (soprattutto i trasporti eccezionali) che deteriorano il manto stradale, dovrebbero essere le aziende limitrofe ad occuparsi del rifacimento della pavimentazione, contribuendo con l’assessorato ai lavori pubblici del Comune di Ravenna a ripristinare i danni.

Sempre la RSU FIM CISL della Marcegaglia vanta di aver ottenuto un senso unico sulla Baiona vecchia per proteggere i lavoratori che si recano a lavoro, con la vecchia direzionalità a doppio senso si rischiava maggiormente incidenti fra automobili e mezzi pesanti. Non ci vuole molto per capire che i lavori sulla Baiona voluti dalla Marcegaglia per gestire meglio il traffico dei mezzi pesanti dallo stabilimento, avrebbero provocato non pochi problemi anzi hanno peggiorato la situazione preesistente già abbastanza precaria. Tutto ciò la FLMUniti CUB l’aveva verificato in diverse occasioni e denunciato pubblicamente. Ma a parte i problemi già descritti, i lavoratori delle ditte esterne in appalto, sono privi di parcheggi esterni allo stabilimento, essendo quelli esistenti insufficienti considerando il quantitativo di colleghi dipendenti delle ditte esterne. I lavoratori arrivano in anticipo anche di un’ora ma il parcheggio non c’è! La maggior parte dei lavoratori in appalto e sub appalto passati da ex cooperative a società a responsabilità limitate (ma i padroni son sempre gli stessi), si occupano della movimentazione coils all’interno dei magazzini di stoccaggio dello stabilimento e del carico coils sui mezzi pesanti di trasporto e movimentazione interna. I lavoratori lamentano una scarsa sicurezza all’interno delle loro postazioni lavorative e soprattutto poca igiene. Gli infortuni lievi e di media gravità continuano a verificarsi ogni giorno e soltanto una piccola parte viene denunciata.

La RLS Marcegaglia è inesistente e stesso discorso vale per la RSU.

Come FLMUniti CUB auspichiamo che la direzione Marcegaglia e il loro RSPP come stazione appaltante verifichino che la sicurezza nei luoghi lavorativi da parte dei loro clienti in appalto e sub appalto venga fatta rispettare nei confronti dei propri dipendenti e che garantiscano che vi siano gli RLS per ogni azienda esterna che svolgano le proprie funzioni in maniera corretta: verificare che vi sia il giusto livello di sicurezza sul luogo di lavoro. Gli animatori della sicurezza, dipendenti Marcegaglia, devono assicurare tutto ciò di competenza della Marcegaglia, ad esempio: le vie di esito occupate dai coil, coil elevati uno sopra l’altro, spazi limitati per i lavoratori, i carroponti che movimentano i coils sorvolano al di sopra dei lavoratori, gli svariati mezzi in movimento non pongono attenzione ai lavoratori (a piedi) che svolgono la loro mansione, rischiando di venire investiti per una mancanza di visibilità. Mentre per quanto ci risulta gli animatori della sicurezza, si riducono a multare i lavoratori per i vari divieti, in alcune occasioni vengono sospesi senza stipendio e altrettanto allontanati dallo stabilimento“.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui